BOLOGNA EBRAICA. STORIA E PATRIMONIO DELLA CITTÀ
Due progetti per la valorizzazione del patrimonio ebraico di Bologna
tavola rotonda e presentazione
Home - Mostre e appuntamenti - Archivio mostre  - Tavola rotonda 10/05/2018

 

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Comunità Ebraica di Bologna

Una tavola rotonda per presentare due progetti sul patrimonio ebraico e sui luoghi della storia della comunità ebraica bolognese

foto Roberto Macrì - anello rinvenuto negli scavi in via orfeo“Bologna Ebraica. Storia e Patrimonio della Città”

Giovedì 10 Maggio 2018, dalle ore 17 alle 19

Sala della Cultura di Palazzo Pepoli
Museo della Storia di Bologna
via Castiglione 8
Bologna

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna e la Comunità Ebraica di Bologna promuovono il 10 maggio, al Museo della Storia di Bologna, una tavola rotonda per presentare due progetti, in via di realizzazione, che mirano ad approfondire la conoscenza del patrimonio culturale ebraico della città: la pubblicazione “Il Cimitero ebraico medievale di Bologna: un percorso tra memoria e valorizzazione”, finanziata dalla Fondazione Del Monte e il progetto "Sui passi della Bologna ebraica", finanziato dalla Fondazione Carisbo.
I due progetti si inseriscono nel dibattito inerente la conoscenza della presenza ebraica e la valorizzazione del patrimonio culturale ebraico della città.

La tavola rotonda è condotta dal Direttore del Corriere di Bologna, Enrico Franco

Partecipano
Fabio Roversi Monaco, Presidente Genus Bononiae
Marco Lombardo, Assessore Relazioni europee e internazionali, Cooperazione internazionale, ONG, Lavoro, Attività produttive, Politiche per il Terzo Settore, Progetto “Insieme per il Lavoro” del Comune di Bologna
Daniele De Paz, Presidente Comunità Ebraica di Bologna
Leone Sibani, Presidente Fondazione Carisbo
Sabina Magrini, Segretariato Regionale del MiBACT per l'Emilia Romagna
Guido Ottolenghi, Presidente Fondazione Museo Ebraico di Bologna

Nel corso della tavola rotonda i progetti saranno presentati dalle archeologhe del MiBACT Renata Curina e Valentina Di Stefano, dall'antropologa Maria Giovanna Belcastro, Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, e da Giacomo Sanzani, consulente di comunicazione multimediale

L’iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Bologna e dell’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di Bologna

La partecipazione dà diritto al riconoscimento di 2 CFP per gli Architetti.
Iscrizione obbligatoria inviando una mail a carla.conti@beniculturali.it  con indicazione di cognome, nome, codice fiscale e numero di iscrizione all’ordine. Iscrizione riservata a max 40 partecipanti che riceveranno e-mail di conferma entro e non oltre le ore 12:00 di giovedì 10 maggio 2018.

Si ringraziano Genus Bononiae, Musei nella Città di Bologna, e Rai Direzione Teche

 

vai alla pagina dedicata al Cimitero Ebraico Medievale di Bologna

Comunità spesso di piccole dimensioni ma con un ruolo fondamentale nella storia delle città e delle nazioni, persone in gran parte sconosciute, spesso discriminate, ma che proprio per questo vivono il presente e guardano al futuro.
La storia della Comunità Ebraica di Bologna si è arricchita in anni recenti di un ulteriore, prezioso tassello, quel Cimitero Medievale narrato dalle carte ma di cui si era persa traccia. Un nuovo spazio della memoria che si è aggiunto al inaugurato il nuovo memoriale della Shoah di Bologna, sorto nella nuova piazza tra via Carracci e il ponte di via Matteotti, e inaugurato il 27 gennaio 2016.
La tavola rotonda ha in fondo ribadito questo: ricordare, ricostruire, restituire.