RIAPERTURA DEL PARCO ARCHEOLOGICO DELLA TERRAMARA DEL MONTALE
Tutte le domeniche dal 31 marzo al 16 giugno 2019
Visite guidate, dimostrazioni e laboratori per bambini e famiglie
Home - Mostre e appuntamentiMostre ed eventi in corso - Terramara di Montale, 2019
 

Primavera 2019. Il Parco compie 15 anni ! 3500 anni fa nella grande pianura…
Uno staff di archeologi vi guiderà alla scoperta delle tracce del villaggio di 3500 anni fa e alle ricostruzioni realizzate sulla base degli scavi. Le visite sono accompagnate da dimostrazioni di tecniche artigianali dell’età del bronzo e laboratori a tema per bambini, per conoscere il mondo delle terramare.

La terramara... vive

 

scarica il volantino con l'intero programma

Il Parco della Terramara di Montale compie 15 anni! Aperto nell’aprile 2004, ha richiamato finora oltre 230.000 visitatori confermandosi un punto di riferimento importante nella divulgazione della preistoria a livello nazionale ed internazionale, grazie anche alla partecipazione fin dalla sua nascita a reti e progetti europei di scambio.
La stagione primaverile, inaugurata domenica 31 marzo, prosegue con un calendario ricco di iniziative che, tutte le domeniche e i festivi fino al 16 giugno, accompagna il pubblico tra visite guidate, approfondimenti sulle terramare e laboratori per ragazzi.
“Alla ricerca del panino perduto” è l’evento inedito ad ingresso gratuito che, domenica 7 aprile, porta per la prima volta al Parco Daniele Reponi in una giornata dedicata all’alimentazione per proporre al pubblico “preistorici” panini gourmet tra recupero della tradizione e insoliti abbinamenti (degustazioni e racconti dello chef con inizio alle ore 11.30 e 17.00).
E ancora indietro fino alle origini dell’apicoltura (14 aprile) assieme agli esperti di Rewild che trasferiscono al Parco il sorprendente mondo di un alveare, con assaggi di miele artigianale.
Alla Terramara Pasqua e Pasquetta si festeggiano in famiglia con appuntamenti dedicati al verde e laboratori creativi per bambini: “L’arte dell’intreccio” (21 aprile) per creare originali cestini pasquali pieni di uova al cioccolato e “I colori del tempo” (22 aprile) in collaborazione con l’Orto Botanico alla scoperta dei pigmenti naturali ricavati da piante presenti fin dall’età del bronzo.
A chiudere il mese, l’arte della foggiatura ceramica nelle terramare il 25 aprile con atelier di modellazione dell’argilla e approfondimenti sulle antichissime Vie dell’ambra il 28 aprile, con riproduzioni sperimentali di gioielli in ambra e workshop per bambini.
A maggio proseguono le dimostrazioni di antiche tecniche artigianali, dalla lavorazione e concia della pelle (1 maggio) alla fusione del metallo (5 maggio ad ingresso gratuito), dalla tessitura (12 maggio) alla scheggiatura della selce (19 maggio), sempre con laboratori abbinati in cui bambini e ragazzi possono sperimentare in modo interattivo la trasformazione dei diversi materiali in oggetti personali. Protagonista la ricerca, domenica 26 maggio è dedicata alle indagini archeozoologiche con un divertente laboratorio di analisi delle ossa animali.
Tre appuntamenti speciali chiudono a giugno la rassegna. TerramarAlive è una giornata dedicata alla rievocazione in costume per rivivere le atmosfere di una terramara con i suoi abitanti al lavoro (domenica 2 giugno ad ingresso gratuito). Domenica 9 giugno i giovani architetti dell’associazione Terra e Paglia specializzata in bioedlizia alle prese con le abitazioni “ecosostenibili” delle terramare, lavoreranno eccezionalmente davanti al pubblico per la ricostruzione dell’intonaco parietale sulla base delle analisi petrografiche del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Unimore (domenica 9 giugno). Infine, domenica 16 giugno con un’apertura speciale dalle ore 18 alle 24, nella suggestiva cornice serale del villaggio gli archeologi di Tramedistoria accompagnano il pubblico in un affascinante viaggio sonoro attraverso il tempo, mentre al termine delle visite sarà possibile trattenersi nel museo all’aperto per un aperitivo, cena o dopo cena con La Vetusta - gastronomia su ruote.

Domenica 14 aprile
Le api e l’uomo
A raccontare pregi e virtù di Apis mellifera sono gli apicoltori di ReWild che trasferiscono al Parco il sorprendente mondo di un alveare. Un ritorno alle origini dell’apicoltura quando miele e propoli erano utilizzati a scopo alimentare e terapeutico, mentre la cera veniva sfruttata nei processi produttivi del bronzo. Degustazione e vendita di mieli artigianali.
Con la partecipazione di Elisa Bevini dell’Erboristeria Tasso Barbasso di Montale per approfondire proprietà cosmetiche e curative.

Domenica 21 aprile
L’arte dell’intreccio
DIMOSTRAZIONE: una tecnica che si tramanda da generazioni per realizzare cesti di diverse forme e dimensioni
LABORATORIO per creare originali cestini pasquali pieni di uova al cioccolato (consigliato 6-13 anni)
A cura di Maria Elena Righi e Giulia Mastrolorenzo

Lunedì 22 aprile
I colori del tempo
DIMOSTRAZIONE: il rapporto tra l'uomo e le piante nell’età del bronzo svelato al pubblico dall’archeobotanica Giovanna Barbieri che presenta, oltre a erbe e piante presenti a Montale nella preistoria, l’utilizzo dei pigmenti naturali.
LABORATORIO: prepariamo la tavolozza di un artista con rami, foglie, fiori e frutti
(consigliato 3-13 anni)
In collaborazione con Orto Botanico dell'Ateneo di Modena e Reggio Emilia – Giovanna Bosi

Mercoledì 25 aprile
L’arte del vasaio
DIMOSTRAZIONE: dall’argilla alla ceramica, la foggiatura di vasi delle terramare
LABORATORIO per sperimentare la modellazione dell’argilla (consigliato 3-13 anni)
A cura di Elisa Govi e Andrea La Torre

Domenica 28 aprile
Nei loro panni
DIMOSTRAZIONE: dal filo al telaio, trame per abiti e accessori delle terramare
LABORATORIO creativo per piccoli stilisti (consigliato 3-13 anni)
A cura di Maria Elena Righi

Mercoledì 1 maggio
Questione di pelle
DIMOSTRAZIONE: dalla concia agli innumerevoli utilizzi della pelle animale
LABORATORIO per realizzare piccoli porta-segreti in pelle (consigliato 6-13 anni)
A cura di Luca Pellegrini

Domenica 5 maggio ingresso gratuito
Le vie dei metalli
DIMOSTRAZIONE: esperimenti di fusione e lavorazione di armi e utensili in bronzo
LABORATORIO di sbalzo su lamina in rame per decorare le armature dei guerrieri (consigliato 3-13 anni)
A cura di Federico Scacchetti, Luca Pellegrini, Andrea La Torre e Monia Barbieri

Domenica 12 maggio
Le vie dell’ambra
DIMOSTRAZIONE: dai reperti alla riproduzione sperimentale di gioielli in ambra a cura del maestro orafo Francesco Pavan e dell’archeologa Sara Garbellini
LABORATORIO per realizzare esclusivi ciondoli in ambra (consigliato 6-13 anni)

Domenica 19 maggio
Schegge di selce
DIMOSTRAZIONE: i reperti in selce delle terramare e le tecniche di produzione
LABORATORIO per costruire una freccia con selce, legno e resina (consigliato 6-13 anni)
A cura di Nicola Dal Santo

Domenica 26 maggio
Osso per osso, dente per dente!
DIMOSTRAZIONE: l’archeozoologa Elena Maini racconta la storia dell’alimentazione attraverso lo studio delle ossa animali
LABORATORIO per riconoscere animali domestici e selvatici a partire da ossa, corna e denti (consigliato 6-13 anni)

Domenica 2 giugno ingresso gratuito
TerramarAlive
Una giornata dedicata alla rievocazione in costume per rivivere le atmosfere di una terramara.
Il villaggio di Montale si anima di figure impegnate nelle attività quotidiane: artigiani al lavoro, donne al focolare e al telaio, guerrieri armati di spade e pugnali.

Domenica 9 giugno
Con terra e paglia
Gli architetti dell’associazione Terra e Paglia , specializzata in bioedilizia, alle prese con le abitazioni “ecosostenibili” delle terramare. Ricostruzione dell’intonaco parietale sulla base delle analisi petrografiche. In collaborazione con Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Unimore
LABORATORIO con rami, canne, frasche e argilla per costruire resistenti pareti e… guai a chi non si sporca le mani! (consigliato 6-13 anni). A cura di Antenore Manicardi

Domenica 16 giugno EVENTO SERALE
Suoni sotto le stelle
Apertura del Parco dalle 18 alle 24
Nella suggestiva cornice serale del villaggio, gli archeologi di Tramedistoria accompagnano il pubblico in un’affascinante esperienza sensoriale al buio, attraverso l’ascolto di riproduzioni dei più antichi strumenti musicali
Inizio alle ore 18, 19, 20, 21, ultimo ingresso ore 22.30
Alle 23.00 tutti intorno al fuoco per condividere un momento unico sotto le stelle
Al termine delle visite è possibile trattenersi nel museo all’aperto per un aperitivo, cena o dopo cena con La Vetusta - gastronomia su ruote.
L’associazione Tramedistoria, composta da archeologi, archeotecnici e musicisti, presenta il progetto Il suono attraverso l’uomo, frutto di una ricerca ventennale sugli strumenti musicali preistorici. Verranno presentati strumenti musicali in pietra, semi, legno, corno e osso, impiegati come percussioni, fischietti, flauti, trombe, ance, archi e rombi, tra i più antichi creati dall’uomo, ricostruiti sulla base dei rinvenimenti archeologici.

L'arte del vasaio
L'arte del vasaio (il 25 aprile)

Aperto al pubblico le domeniche e i festivi dal 31 marzo al 16 giugno 2019
ORARI 9.30-13.30 e 14.30-18.30
Ultimi ingressi ore 11.45 e 17.30
Le visite sono guidate con partenza ogni 45 minuti per gruppi max 50 persone salvo diversa indicazione nel programma
INGRESSO
Intero € 7,00, ridotto € 5,00, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni
Riduzione del 50% sul biglietto presentando la Fidelity Card del Parco di Montale
Ingresso ridotto presentando il biglietto del MuSa - Museo della Salumeria
Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese
COME ARRIVARE
Via Vandelli (SS.12 - Nuova Estense) - 41051 Montale Rangone (MO)
44°34’39.1’’N 10°54’34.0’’E
Collegamento Modena-Montale RADIO TAXI Cotamo Tel 059374242 € 20 (fino a 4 passeggeri)
INFO e prenotazioni
solo per gruppi e dove indicato
059 2033101 (9-12 da martedì a venerdì; 10-13 e 16-19 sabato e domenica)
059 532020
museo@parcomontale.it
FBparcomontale
Instagrammuseicivicimodena
www.parcomontale.it

 


scaduto

 

Domenica 31 marzo
Archeologi per un giorno
Un laboratorio di scavo archeologico per scoprire insieme come si ricostruisce la Storia
Orari: 9.30, 11.30, 14.30, 16.30
(consigliato 6-13 anni)
Fino a esaurimento posti. Si consiglia la prenotazione

Domenica 7 aprile ingresso gratuito
Alla ricerca del panino perduto
In una giornata dedicata all’alimentazione nelle terramare, Daniele Reponi propone al pubblico “preistorici” panini gourmet tra recupero della tradizione e insoliti abbinamenti, serviti dagli archeologi del Parco.
Degustazioni e racconti di Daniele Reponi con inizio alle ore 11.30 e 17.00.
Daniele Reponi in vent’anni si è specializzato nel panino: un’arte che il “non chef” ha portato fino a Rai Uno alla Prova del cuoco. Sfruttando prodotti di altissima qualità, riesce a comporre elaborazioni gustose e ricche di tradizione.
In caso di forte maltempo il programma potrebbe subire variazioni